Cercarsi in mille libri.. e non vivere mai per davvero.

Cercarsi in mille libri.. e non vivere mai per davvero.


Domani.

Sono scappata dalla mia vita, ho camminato con gli occhi appannati e con la velocità di chi voleva vincere un gara. La mia è contro il tempo, per cercare di star bene.. domani.


Ho sempre fatto distinzione tra “odore” e “profumo”. L’odore sa di pelle misto ad emozioni, si modifica di persona in persona, mischia le anime, è naturale. Il profumo sa di vecchio, di boccette senza vita appoggiate sul comodino, di colli sempre uguali targati Chanel.     M.R.

Ho sempre fatto distinzione tra “odore” e “profumo”. L’odore sa di pelle misto ad emozioni, si modifica di persona in persona, mischia le anime, è naturale. Il profumo sa di vecchio, di boccette senza vita appoggiate sul comodino, di colli sempre uguali targati Chanel.     M.R.



Dipinsi sul mio corpo i segni della libertà che non m’apparteneva. Da quel giorno presi coraggio e iniziai vivermi. 

Dipinsi sul mio corpo i segni della libertà che non m’apparteneva. Da quel giorno presi coraggio e iniziai vivermi


Ecco.

Le cose che non dici sono le più dolorose, quelle che fanno male ad entrambi e che dette ad alta voce varrebbero davvero come la parola                                                             FINE. 


E il cuore scoppia, distrugge il petto. Con troppa forza fuori da me e la musica si ferma, hai smesso di suonare.


Un autunno che esiste davvero.


Pesante.

Come può 1.60 di donna essere un peso. Destinata a sentirmi in colpa per il male e anche per il bene che do di me. Allora non mangio, e sparisco tra i vestiti e non ho forza e no ho peso. Ho sbagliato anche stavolta!


E poi ti ritrovi a distruggere ricordi materiali perchè sul cuore non puoi agire.


Lei.

Per un abbraccio mi è sembrato di avere tutto. Lei, la mia amica di sempre, mi ha abbracciata come non ha fatto mai.. era il suo modo per dirmi che mi ama.


Riflessi.

Vorrei essere l’unico riflesso negli occhi di chi amo, che stupide gelosie! Stanotte vorrei allontanare la paura di non vedermici proprio più negli occhi suoi.


A te.

Le notti infernali dovute al temporale, le notti infernali dovute a TE.


Ed io costretta a mischiare le lacrime con questa camomilla solubile.